Acqua di rose

Acqua di rose fatta in casa – Tonico per tutti i tipi di pelle.

Come preparare un tonico all’acqua di rose nella vostra cucina!


Bentornati nel nostro blog!
Oggi vi parlerò della ricetta per preparare l’acqua di rose direttamente in casa vostra.
Buona lettura a tutti!


A cosa serve un tonico all’acqua di rose?

Spiegarvelo in poche parole sarebbe impossibile, quindi spero di non annoiarvi.
Non posso parlare da esperta per quanto riguarda TUTTI gli usi e TUTTE le sue funzioni, ma solo basandomi sulle mie esperienze, inoltre è da soltanto un anno circa che lo faccio in casa; Posso dirvi che mi trovo benissimo quando lo uso, ma non sono costante dato che non è facile per me trovare delle rose naturali, senza pesticidi o altro, quindi ci rinuncio spesso.

Ritornando a noi, so per certo che:

  • E’ ottima su tutti i tipi di pelle: ha proprietà astringenti che riducono l’eccesso di sebo della pelle grassa, quindi la riequilibra e la tonifica; calma le infiammazioni ed i rossori della pelle sensibile; lenisce ed idrata le pelli secche.
  • Può essere usata in caso di ustioni o ferite grazie alle sue proprietà lenitive, rinfrescanti, disinfettanti ed antisettiche (io, ad esempio, la uso in caso di scottature solari, ed è subito sollievo!)
  • E’ un ottimo rimedio per gli occhi stanchi, infatti è possibile usarla proprio come gocce oppure farne finire un po’ negli occhi mentre si utilizza sul viso.
  • E’ ottima contro l’acne;
  • Può essere tranquillamente usata per rinfrescare, profumare ed idratare tutto il corpo, ed essendo a base di acqua non unge e non appiccica come la maggior parte delle creme in commercio.
  • E’ davvero rilassante. Provate a fare un bagno caldo versando nell’acqua un po’ di acqua di rose, vi sentirete rinate.

Lessi da qualche parte che viene usata anche per stimolare la crescita dei capelli, ma questo, a differenza degli utilizzi sopra elencati, non l’ho mai provato e non ci giurerei neanche, però potete provarci, l’importante è usarlo con costanza.
Molti la utilizzano per risolvere problemi gengivali (non so di preciso quali) o per l’alitosi, o per alleviale il mal di testa, ma neanche questo posso garantire non avendo mai tentato. 

Adesso bando alle ciance, passiamo alla ricetta vera e propria. 

Ingredienti per preparare l’acqua di rose:

  • Un pentolino abbastanza profondo con coperchio;
  • 10/12 rose, coltivate al naturale (io uso le rosse), secche o fresche;;
  • Acqua distillata o semplicemente naturale di bottiglia;
  • Una bottiglietta di vetro possibilmente scura (oppure trasparente da ricoprire con un panno scuro per farla conservare meglio), come quelle per l’olio, precedentemente sterilizzata (quindi fatela bollire).

PROCEDIMENTO

E’ un procedimento molto semplice, soltanto un infuso, quindi iniziate togliendo tutti i petali e metteteli nel pentolino, poi versate l’acqua fino a coprirli (abbassateli man mano con un cucchiaio per capire quando smettere di versare acqua) e, con il coperchio, portate ad ebollizione.
A questo punto abbassate la fiamma al minimo e, lasciando sempre il coperchio, continuate a far bollire per circa 20 minuti. Noterete che i petali scoloriranno tendendo al bianco e l’acqua si colorerà di rosso.
A questo punto spegnete la fiamma e lasciate raffreddare e riposare per 6-7 ore; Potete farlo di sera, così riposa tutta la notte.

Infine filtrate l’acqua nella bottiglietta di vetro precedentemente sterilizzata ed il vostro tonico sarà pronto; Dovrete conservarlo in un luogo fresco, in frigo sarebbe meglio, anche per gli effetti sulla vostra pelle, sicuramente più rinfrescante e tonificante.

Non ho notato particolari cambiamenti del tonico nel tempo, ma in genere lo faccio in piccole quantità dato che dopo un mese lo butto via, come faccio con qualsiasi altro tonico fatto in casa, ma sicuramente sentirete un odore diverso o vedrete palline di muffa nella bottiglia nel caso andasse a male prima di 30 giorni. 
Se aveste intenzione di usarlo anche per corpo o capelli vi consiglio di versarlo in un nebulizzatore, così da non sprecarne troppo ad ogni utilizzo, tuttavia dovreste farlo in quantità maggiore, quindi più rose, l’importante è che l’acqua copra i petali nel pentolino, risulta facile regolarsi, non ci sono dosi da seguire. 

Questo è tutto; So che queste cose interessano sopratutto alle ragazze, ma l’acqua di rose è anche un ottimo dopobarba, sempre grazie alle sue proprietà lenitive e rinfrescanti, quindi potreste farlo provare anche ai maschietti della vostra famiglia, almeno sareste tutti sicuri di non utilizzare per il viso creme contenenti ingredienti chimici di origine sconosciuta ed impronunciabili. 

Ancora una volta vi auguro un buon proseguimento, spero che quest’infuso possa esservi utile e vi invito, come sempre, a farci sapere le vostre opinioni! Non dimenticate di seguire il blog qui o su instagram per restare  sempre aggiornati. Per qualsiasi info o richiesta potete scriverci a non.soltantolibri@gmail.com oppure staypsitive@gmail.com.
Alla prossima! 

-E

Potrebbe interessarti anche:

Acqua di rose fatta in casa – Tonico per tutti i tipi di pelle. ultima modifica: 2016-07-27T01:38:26+00:00 da Staypsitive

Rispondi